Minnula – Mandorle e Versioni Salate

Ispirazione al mito

L’ispirazione di questo packaging nasce dal mito che commemora la nascita mitologica del primo albero di mandorla, ovvero il mito di Filide e Demofonte; una dolorosa storia di un amore e di una promessa mai rispettata. La loro storia ha ispirato una linea di mandorle provenienti dall’entroterra siciliano. Una serie di mandorle genco, ferragnes, tuono e vinci a tutti.

Concept

Heraia ha concepito una versione naturale di uno snack a base delle mandorle da portare sempre nella propria borsa. Minnula è una linea nata per far sì che la dieta mediterranea e il consumo naturale di frutta secca sia benefico ed estremamente pratico per tutti.

Il mix energetico

La bio diversità del territorio dell’entroterra è peculiare proprio per una mandorlicoltura di vari cultivar che nascono e crescono accanto a uliveti e campi di grano. Da questo, abbiamo realizzato Minnula – Mandorle e Versioni Salate.

l'aromatizzazione

Un aromatizzazione naturale, nata da uno studio approfondito, dove l'agrume accompagna il gusto della mandorla e si percepisce alla permanenza in bocca del suo aroma., tramite la tecnica della polverizzazione della scorza.

la gorgone valorizza la mandorla

nei nostri pacchetti sono sempre presenti le fondanti varietà di mandorla dell'entroterra siciliano.

valorizzazione del sale

valorizzando le combinazioni del sale marino di Marsala con i prodotti gourmet della tradizione mediterranea e le nostre amate mandorle.

F.A.Q.

Rispondiamo alle domande

Quello di cui ti vorresti chiedere sulle mandorle dell’entroterra siciliano della gorgone, HERAIA.

Le nostre mandorle provengono tutte dall’entroterra siciliano, in quanto formate da cultivar specifici e unici del nostro territorio. Siamo perfettamente in grado di fornirne una tracciabilità autentica.

La coltivazione avviene senza uso di alcun elemento terzo atto a velocizzarne o alterarne lo sviluppo. Inoltre, la fase di raccolta viene svolta senza stressare la pianta con vigorose vergate sui rami. La lavorazione di pulitura avviene tramite mezzi meccanici e l’aiuto del sole.

Si tratta di una serie di differenti cultivar di mandorle piantate in alternanza con un uliveto; un’usanza veramente tipica del territorio dell’entroterra, in quale non ha mai realizzato colture intensive, se non negli ultimi cinque anni. Nell’entroterra, e in particolar modo a Barrafranca, viene coltivata la cosiddetta mandorla “vinci à tutti”, chiamata così perché le proprietà che possiede la rendono incredibilmente adattabile a qualunque condizione meteorologica, rispetto agli altri cultivar; inoltre è fortemente energetica e ricchissima di oli vegetali. Insieme alla “vinci à tutti”, coltiviamo anche tipologie più comuni quali: tuono, ferragnes, genco e pizzuta. La coesistenza di questi cultivar è il fulcro che ha dato vita alla nascita del nostro mix di frutta secca a base di mandorle.

No. Essendo il nostro territorio provvisto di differenti cultivar, i quali possiedono dimensioni differenti, noi abbiamo deciso di puntare sul mix energetico e sulla bio-diversità del territorio, anziché focalizzarci sulla calibratura delle mandorle; operazione che viene richiesta soprattutto dai confettifici.

Il processo di aromatizzazione non implica l’uso di alcun aroma chimico, bensì l’uso esclusivo di scorze di agrumi polverizzate e specie, tutte unite con il nostro olio extravergine di oliva.

Il sale che usiamo proviene dalle saline di Marsala, dunque è un sale marino iodato e altamente benefico. 
Per quanto riguarda gli altri ingredienti, usiamo reperire le varietà di peperoncino per il nostro chili, dalla produzione di un amico nostro confinante. 
Il miele viene reperito da un produttore di miele di ape nera sicula ed è esclusivamente di mandorla.
Il tartufo invece, viene reperito direttamente aromatizzato in sale. Il tartufo proviene da tre diverse regioni italiane: Sicilia, Umbria e Piemonte.